Queenmania Rhapsody

Uno spettacolare tributo ai QUEEN e a Freddie Mercury. Un grande show, introdotto dalla voce narrante di Enrico Ruggeri, che ripercorre la straordinaria carriera di uno dei più grandi gruppi della storia della musica. Arricchito da costumi, scenografie e proiezioni video dall’alto contenuto emozionale. Un concerto per far rivivere la leggenda di Freddie Mercury, che ancora oggi, a 20 anni dalla scomparsa, è ricordato come uno dei più grandi, se non il più grande, show man della storia. Nel marzo 2007 i QueenMania portano il loro show oltre le Alpi, e intraprendono il loro inarrestabile “European Tour”, suonando, con enormi consensi di pubblico e critica, in Inghilterra, Olanda, Svizzera, Austria, Spagna, Ungheria, Belgio. La consacrazione di questo magico momento arriva con la partecipazione del gruppo alla “23rd Official Queen Fan Club UK Convention 2008” in Inghilterra. In questa occasione i QueenMania condividono il palco e il backstage con importanti musicisti e personaggi della “Royal Family” dei QUEEN, quali Spike Edney, Jamie Moses, Peter Freestone, Jacky Smith, Jeff Scott Soto, Patti Russo. Tali eventi hanno permesso ai QueenMania di diventare il primo tributo italiano a suonare in Inghilterra. In questo ed altri paesi europei (in special modo in Olanda) il gruppo gode di un certo seguito ed è accolto come “The European number one tribute to Queen”. Il gruppo si avvale della presenza di Sonny Ensabella, performer di grande abilità ed esperienza, che per l’occasione veste i panni di un redivivo Freddie Mercury con risultati impressionanti, tale è la somiglianza fisica e, soprattutto, vocale con l’originale. Al suo fianco strepitosi musicisti che vantano prestigiose collaborazioni all’interno del panorama musicale italiano ed europeo (Ligabue, Vasco Rossi, Anna Oxa, Marco Masini, Enrico Ruggeri, Exilia, Mark Harris, Glenn Hughes …), quali Simone Fortuna (batteria e voce), Tiziano Giampieri (chitarra e voce) e Fabrizio Palermo (basso e voce), uno dei più stimati turnisti in Italia e membro storico della band di Enrico Ruggeri.

Durata: 1 ora e 40 minuti, senza intervallo